Blefaroplastica estetica

Blefaroplastica estetica

Cos’è e a cosa serve l’intervento di blefaroplastica

La blefaroplastica è finalizzata ad attenuare l’invecchiamento delle palpebre cadenti gonfie grinzose mediante la rimozione dell’eccesso cutaneo-muscolare e delle ernie adipose.
La cute palpebrale è sottile e adesa al muscolo orbicolare sottostante; si rilassa per il passare del tempo e del continuo movimento esitando in un eccesso di cute specie nella palpebra superiore. In casi particolari il rilassamento della cute e muscolo sono così marcati da limitare il campo visivo (blefarocalasi).
L’invecchiamento della palpebra superiore si associa ad una caduta (ptosi) del sopracciglio; in alcuni casi è la caduta del sopracciglio ad essere responsabile delle alterazioni della palpebra superiore. Le palpebre inferiori presentano pieghe fini rughe eccesso cutaneo e borse adipose, in più sono sede delle zampe di gallina, quadri questi che possono essere migliorati. Quindi quando è associata la caduta del sopracciglio si consiglia di correggere prima la ptosi del sopracciglio e di seguito la palpebra superiore.

    La Blefaroplastica CONSENTE di:

  • Asportare pelle e muscolo orbicolare in eccesso dalla palpebra superiore e inferiore.
  • Ridurre le borse palpebrali.
  • Modificare il taglio/orientamento degli occhi, ove richiesto.
    La Blefaroplastica NON CONSENTE di:

  • Eliminare le “Zampe di Gallina” (con la B. migliorano, ma il Botulino è la tecnica più indicata).
  • Eliminare/Migliorare il colore scuro/bluastro, associato all’invecchiamento della regione orbitaria.

Quali sono i passaggi di una procedura di blefaroplastica

LA PRIMA VISITA

Durante la prima visita si raccoglie l’anamnesi del paziente per allergie, malattie cardio-vascolari, presenza o meno di diabete, malattie Tiroidee, farmaci o integratori a base di erbe assunti in modo continuo, se sono presenti deficit visivi se si portano le lenti a contatto. Poi si valuta insieme al paziente la condizione locale di entrambe le palpebre, la posizione del sopracciglio, l’orientamento dell’occhio e se sono presenti asimmetrie tra le due regioni orbito-palpebrali. Infine si spiegano gli interventi chirurgici più indicati per quel singolo caso e le possibili alternative. Si discutono obiettivi limiti e aspettative.

L’INTERVENTO CHIRURGICO

L’intervento chirurgico viene effettuato in anestesia locale accompagnata, se necessario, da una sedazione. Il tempo necessario va da 1 ora per due palpebre, alle 2 ore per tutte e 4 le palpebre.
Le incisioni sono realizzate superiormente nel solco che si forma durante l’apertura della palpebra superiore, e a 2-3 mm dal bordo ciliare inferiormente. Attraverso queste incisioni si asporta l’eccesso cutaneo e muscolare si rimuovono le borse adipose. L’intervento si conclude con la sutura delle incisioni.

LA TERAPIA

Personalmente non applico nessuna medicazione, invito ad indossare occhiali e a fare impacchi con soluzione borica 3% nei successivi 5 giorni. I punti li rimuovo il 5° giorno post-operatorio. Nei giovani se il problema è focalizzato nelle borse adipose è possibile rimuovere le borse stesse tramite un’incisione sulla congiuntiva “B. TRANSCONGIUNTIVALE” evitando cicatrici esterne ma con il limite di non poter redistribuire la cute. Alla fine dell’intervento si applica ghiaccio sopra la garza imbevuta e strizzata di soluzione borica 3%; il ritorno a casa di solito avviene entro un paio d’ore.

IL PERIODO POST-OPERATORIO

Il periodo post-operatorio prevede di essere accompagnati a casa e di non restare da soli le prime 24 ore; eseguire almeno 3 impacchi al giorno con garze imbevute e strizzate bene di soluzione borica 3%; mantenere il ghiaccio sopra l’impacco di soluzione borica 3% per la prima notte; indossare sempre gli occhiali; dormire con la testa sollevata nelle prime due notti; non utilizzare lenti a contatto per 10 giorni; assumere i farmaci prescritti e applicare un collirio antibiotico-steroideo. Naturalmente non fare sforzi non sudare e non esporsi al sole direttamente per 21 giorni.
Dopo l’INTERVENTO potrà esserci un dolore minimo controllato con analgesici, gonfiore ecchimosi discromie che regrediscono in pochi giorni; all’inizio può essere difficile chiudere gli occhi durante il sonno, ma anche questa sensazione regredisce presto. Lacrimazione aumentata e una certa fotofobia (la luce da fastidio) possono essere presenti nelle prime settimane. Gli sports possono essere ripresi dopo 15 giorni.

LE CICATRICI

Le cicatrici sono generalmente quasi impercettibili: nella palpebra superiore si nascondono nel solco che si forma all’apertura dell’occhio. Visibili per poco tempo e solo lateralmente. Nella palpebra inferiore la cicatrice si posiziona a pochi mm dal bordo ciliare.

POSSIBILI COMPLICANZE

La più temuta complicanza, seppur rara, è l’ematoma che rende necessario l’evacuazione dello stesso in sala operatoria; le infezioni anch’esse rarissime sono ben controllate con antibiotici. A volte la palpebra inferiore può essere stirata verso il basso e può essere necessario un secondo intervento di correzione. Il gonfiore alla palpebra inferiore in rari casi può perdurare per settimane ma regredisce spontaneamente e trova giovamento da massaggi.

Donatello Di Mascio, MD


Casi Clinici di Blefaroplastica Estetica

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore ed inferiore + LaserCO2 resurfacing - Prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore ed inferiore + LaserCO2 resurfacing - Dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica superiore ed inferiore + Laser CO2 resurfacing

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore - Prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore - Dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica superiore

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore e inferiore - prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore e inferiore - dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica superiore ed inferiore

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore e inferiore - prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica superiore e inferiore - dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica superiore ed inferiore

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica inferiore

Blefaroplastica Inferiore Trans-congiuntivale (senza tagli esterni).

Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - dopo l'intervento
Dopo
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - prima dell'intervento
Prima
Chirurgia Plastica Estetica Viso | Blefaroplastica inferiore - dopo l'intervento
Dopo

Blefaroplastica superiore

Blefaroplastica superiore con post-operatorio a 21 giorni


Dott. Di Mascio | Chirurgo Plastico | Parma

Notice: Undefined offset: 0 in /web/htdocs/www.plasticsurgerydmd.com/home/wp-content/plugins/cardoza-facebook-like-box/cardoza_facebook_like_box.php on line 937

I cookie di questo sito sono preventivamente disabilitati, clicca su "Accetto" per acconsentire al loro utilizzo . Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. I cookies sono preventivamente bloccati. Puoi modificare le impostazioni dei cookies nel browser o cliccare su "Accetto" per acconsentire al loro utilizzo. Il consenso può essere revocato in qualsiasi momento.
Per saperne di più vedere la nostra Informativa Privacy e Informativa Cookies

Chiudi